LA FOLLIA ECOLOGISTOIDE DEL PORTA A PORTA

Massimo Trento

Si fottano i bidoncini multicolor da fichettari della famigerata raccolta porta a porta. Non centrano una fava con la raccolta differenziata. I condomini se li devono tenere estate e inverno sul balconcino tra il basilico e lo stendino e trascinare giu’ nei giorni calendarizzati dalla premurosa amministrazione, che ci ordina come e quando produrre spazzatura, mi attendo a breve disposizioni per la defecazione programmata, onde agevolare lo spurgo pozzi. Piu’ semplici, piu’ economici e piu’ igienici i cassonetti e le campane differenziate di ultima generazione con una efficiente industria di riciclaggio a valle. Chi dubita, faccia un giretto all’estero nordico. A Berlino Pankow, tanto per gradire, la societa’ di riciclaggio MPS gestisce una fabbrica totalmente automatizzata che separa, seleziona e trasforma 1000 tonnellate di rifiuti urbani indifferenziati scaricati quotidianamente da cento camion della spazzaatura. Metalli, plastiche, ceramiche, vetro, e rifiuti cartacei rientrano nel ciclo produttivo, mentre con la restante parte organica essiccata si producono pellets a uso industriale. Il cosidetto carbone verde. Ecco perche’ sto incondizionatamente con coloro che resistono alla follia ecologistoide che dalle mie parti ha prodotto bidoncini e relativi sacchettini trasparenti con tanto di codice fiscale del proprietario appiccicato sopra. Un delirio pauroso di amministratori che si rincorrono per vincere l’ambito trofeo del comune piu’ riciclone. Gente senz’arte ne’ parte, che fallita nella gestione della propria miseria cerca la rivincita facendo uscire dai gangheri quelli che considerano sudditi, come fossero signorotti feudali. A furia di bidoncini (chi e’ quel delinquente poi che li ha inventati e messi in giro, vorrei sapere) rischiamo di rincorrere la moda formale e perdere di vista la sostanza del reciclaggio. Che e’ ben altra cosa.

http://www.massimotrento.it

Annunci

Un pensiero su “LA FOLLIA ECOLOGISTOIDE DEL PORTA A PORTA

  1. Secondo me il porta a porta non è sbagliato se fatto per un breve periodo in quanto permette di educare i cittadini che non sono uguali in tutta Italia; poi l’ecocentro è meglio e io porto l’immondizia lì anche quando potrei metterla in strada.

    o.t.
    il m5s ha ormai preso una deriva piddina assolutamente ingiustificabile non solo su immigrazione ma pure su euro europa corruzione e democrazia diretta con il risultato che io ho già deciso di abbandonarlo… il problema è che l’alternativa è salvini o meloni che per quel che dicono non andrebbe neanche tanto male ma di solito non mantengono una promessa mai neanche a pagarli.

    p.s. la prima pagina http://www.massimotrento.it/ è scritta nero su blu nel testo in basso quindi poco leggibile.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...